venerdì 28 novembre 2014

Cellulari e cordless sotto accusa per il rischio di tumori Adnkronos Salute


Questo articolo sui Cellulari e cordless sotto accusa per il rischio di tumori al cervello è stato
pubblicato su Adnkronos Salute già nel 2009

L'allarme arriva da ricercatori di diversi Paesi ed e' contenuto nel Rapporto 'Telefonia senza fili e tumori cerebrali: 15 motivi di inquietudine', pubblicato da EM Radiation Research e disponibile online (www.radiationresearch.org). Secondo lo studio, l'uso di questi apparecchi e' pericoloso soprattutto per i bambini, che rischiano piu' degli adulti di ammalarsi di tumore al cervello.

Ma ci sono anche pericoli di un aumento di tumori oculari, alle ghiandole salivari, di linfomi e leucemie.
Le ricerche fino ad oggi finanziate dai produttori di telefonini sottostimano i rischi, secondo le accuse degli autori del Rapporto inviato ai capi di Governo e ai media, e che indica nel dettaglio i 'vizi' di impostazione dello studio internazionale Interphone lanciato nel 1999, realizzato in 13 Paesi e finanziato dalle aziende di telefonia.


Interphone, spiega il Rapporto, voluto proprio per valutare i rischi di tumore cerebrale, sottostima il problema. I suoi 'errori' rappresentano la maggioranza dei motivi d'allarme che danno il titolo allo studio e che si aggiungono ai dati sui rischi di tumore, sulla maggiore vulnerabilita' dei bambini e sulla scarsa trasparenza degli studi.


Nel Rapporto i ricercatori propongono anche alcune raccomandazioni generali per ridurre i rischi delle radiazioni: - preservare alcuni luoghi pubblici (scuole, asili, parchi gioco eccetera) da ogni tipo di radiazione; - organizzare campagne di comunicazione e di prevenzione destinate agli adolescenti e ai bambini; - informare meglio il pubblico sui rischi dei dispositivi senza filo.

Roma, Italy -  1 set. 2009 (Adnkronos/Adnkronos Salute)
Aronia Amica Web Developer

giovedì 20 novembre 2014

Le bacche Aronia hanno i più alti livelli di antiossidanti naturali di qualsiasi frutto.


Gli alti livelli di antiossidanti naturali presenti nella Aronia, a causa del crescente interesse per i cibi
crudi nella dieta, per la frutta fresca e in generale per una vita più sana, fanno si che la bacca di sta facendo negli Stati Uniti e in tutto il mondo sempre più strada.

La bacca ha la più alta concentrazione di antiossidanti presenti in ogni altro frutto; tutti sanno che gli antiossidanti possono aiutare a proteggere l'organismo contro i tumori, come conferma la ricerca presso l’Università del Maryland, che suggerisce come le bacche di Aronia siano in grado di combattere in particolare il cancro al colon.

Le bacche Aronia contengono anche vitamine e minerali utili, cioè la vitamina C, vitamina E, vitamina B2, vitamina B6 e acido folico. Le bacche sono la fonte più ricca di antociani e altri antiossidanti tra i frutti più di mirtilli e anche del melograno.

Diversi studi hanno dimostrato che Aronia è utile per:
diabete, infezioni del tratto urinario, cancro, malattie vascolari, influenza
Aronia Amica Web Developer